< TORNA ALL'INDICE DELLE NEWS
 

Saldi estivi. Buona la partenza ma perdono appeal

Al via da stamani i saldi estivi in tutta la Regione

Saldi

Sono partiti stamani, sabato 7 luglio, i saldi estivi 2018 in tutta la Regione Toscana; e proseguiranno per 60 giorni.

L’arrivo del caldo e l’innalzamento delle temperature hanno influenzato in positivo l’avvio dei saldi estivi; che fanno registrare, fin dalle prime ore, una buona partenza soprattutto nelle città a forte vocazione turistica e lungo la zona costiera, come previsto nei giorni scorsi; questo grazie alla presenza di numerosi turisti che stanno dimostrando di apprezzare particolarmente gli articoli del settore moda e non solo proposti nei nostri negozi. – afferma Nico Gronchi Presidente Confesercenti Toscana Se analizziamo la situazione generale si può parlare di una buona partenza che conferma le aspettative; ci auspichiamo che tale tendenza sia confermata dai numeri nei prossimi giorni e nelle prossime settimane.

Si registra un andamento altalenante e più incerto, invece, nei centri minori.

Si prospettano numeri positivi soprattutto nelle città e nei centri dove sono in programma eventi in notturna che riescono ad attirare visitatori e spingere le vendite. Sarà, comunque, necessario aspettare la prossima settimana ed il prossimo weekend per avere un quadro generale più chiaro.

Abiti, t-shirt, sandali e costumi si confermano tra gli articoli più acquistati. Sold out, anche, prodotti elettronici come smartphone, TV, PC ed elettrodomestici a prezzi particolarmente ridotti. Si evidenzia, inoltre, un incremento delle vendite del settore profumeria-estetica, per prodotti come creme solari, cosmetici e prodotti per l’igiene personale; ormai anche per questa tipologia di articoli si tende ad aspettare le vendite di fine stagione per procedere con l’acquisto.

Intorno ai 100/120€ lo scontrino medio, circa 250€ il budget a famiglia, 2/3 i prodotti acquistati per scontrino, e dal 30% al 40% la percentuale di sconto di partenza. Risulta interessato ai saldi l’85% dei consumatori, e solo il 34% ha già stabilito di acquistare, mentre il 51% deciderà a seconda delle occasioni che troverà curiosando tra le vetrine.

Partenza abbastanza positiva anche Firenze, anche grazie ai consistenti flussi turistici del periodo. Un po’ peggio nell’hinterland fiorentino, anche per il “fuggi-fuggi” verso il mare per il week-end. In queste realtà occorrerà aspettare i primi giorni della prossima settimana per avere un quadro più chiaro e omogeneo della situazione, anche perché sono state programmate molte aperture serali e “By Night” ad hoc.

Il meteo incerto e le temperature al di sotto della media stagionale fino alla fine di giugno hanno fortemente influenzato in negativo le vendite delle ultime settimane; i consumatori hanno atteso l’inizio dei saldi per l’acquisto dei capi estivi. E’, anche e soprattutto, per questo che possiamo parlare di una buona partenza per i saldi. – afferma Nico Gronchi, Presidente Confesercenti ToscanaIn generale, i numeri dell’intero sistema moda, sia per la piccola che media e grande distribuzione, cominciano a mostrare segnali di cedimento; tutto questo è in parte determinato dal momento di profonda trasformazione che il settore sta attraversando. Cambiamento degli stili di vita, la crescita di forme alternative al commercio tradizionale stanno influenzando profondamento l’andamento delle vendite e le abitudini dei consumatori.”

Siamo nell’epoca degli sconti tutto l’anno dal Mid Season Sales al Black Friday, ma sempre più virtuali; si parte da un prezzo iniziale, al quale nessun consumatore comprerà, per poi innescare una specie di gara di percentuali al ribasso diffusa in tutti i periodi dell’anno. – conclude Gronchi – Così facendo, perde di valore il vero significato dei saldi, delle vendite promozionali e straordinarie; ovvero i diversi momenti dell’anno in cui gli sconti venivano percepiti dai consumatori come qualcosa di reale e concreto. Ed è proprio in virtù di questo che dobbiamo rivedere la normativa che regola i saldi di fine stagione; è necessario aprire una discussione su natura e modalità delle vendite promozionali: controlli più ferrei e maggiore trasparenza nei rapporti con l’utente finale risultano tra le esigenze più sentite. Durata limitata, chiarezza e trasparenza delle modalità di svolgimento sono i punti da cui partire per avviare un necessario percorso di cambiamento, che è nell’interesse di tutti: imprese e consumatori”.

chiudi


7 Luglio 2018
ARCHIVIO NEWS
LUGLIO
MARZO
FEBBRAIO
GENNAIO
DICEMBRE
NOVEMBRE
OTTOBRE
SETTEMBRE
AGOSTO
LUGLIO
GIUGNO
MAGGIO
REFERENTE COMUNICAZIONE
Ufficio comunicazione regionale

ufficiostampa@confesercentitoscana.it oppure cell 328 0032164
Confesercenti Toscana Profilo Facebook
Visita la pagina Facebook di
CONFESERCENTI TOSCANA
Confesercenti Toscana Profilo Twitter
@ConfeserecentiToscana
FILO DIRETTO CON
L'ASSOCIAZIONE
Confesercenti Toscana

Via Pistoiese, 155
50145 Firenze

Tel. 055 30 36 101
Fax 055 30 00 03

Segreteria@confesercentitoscana.it