ULTIMO AGGIORNAMENTO NOTIZIE: 13 Settembre 2018
IN PRIMO PIANO

Aperture domenicali. Bene l’intervento del Governo, ma necessario una norma condivisa e sostenibile

La posizione di Confesercenti Toscana

Aperture domenicali

Una nuova disciplina degli orari degli esercizi, che limiti le aperture nei giorni festivi ad otto l’anno: le domeniche di dicembre e ad altre quattro domeniche o festività durante il resto dei 12 mesi. E’ quanto prevede la proposta di legge presentata dalla Lega – prima firmataria l’onorevole Barbara Saltamartini – ed incardinata in Commissione Attività Produttive alla Camera.

L’approvazione, di tale norma, abrogherebbe la deregulation totale introdotta dal Governo Monti nel 2012. Il testo, composto di due soli articoli, abroga infatti l’articolo 31 del cosiddetto “Salva Italia”, che aveva cancellato ogni limite ad orari e giorni di apertura per le attività commerciali. Il nuovo testo reintroduce la chiusura domenicale obbligatoria e affida a comuni e regioni il compito di determinare il nuovo quadro delle regole, come previsto anche dall’iniziativa Liberaladomenica promossa da Confesercenti.

Le liberalizzazioni delle aperture delle attività commerciali, introdotte dal governo Monti a partire dal 2012, avrebbero dovuto dare una spinta ai consumi, grazie all’aumento delle opportunità di acquisto per i consumatori. – commenta Nico Gronchi Presidente Confesercenti Toscana – In pratica, le liberalizzazioni non hanno portato i risultati auspicati né in termini di fatturati né per incremento del numero di occupati nel settore. Non si è assistito ad un aumento degli acquisti reali; basti pensare che nel 2017 le vendite del commercio al dettaglio, su scala nazionale, sono state inferiori di oltre 5 miliardi di euro ai livelli del 2011, ultimo anno prima della liberalizzazione”. ... 

Premio Innovazione Toscana

Il Premio Innovazione Toscana intende far emergere progetti ed esperienze imprenditoriali di successo

Il Premio Innovazione Toscana intende far emergere progetti ed esperienze imprenditoriali di successo che, nel corso dell’ultimo biennio, si siano adoperati per il rafforzamento delle radici e delle filiere locali.

Il Consiglio Regionale della Toscana, Anci Toscana, Confindustria Toscana, Rete Imprese Italia Toscana, Unioncamere Toscana, al fine di sostenere e valorizzare la ricerca e l’innovazione tecnologica e digitale delle imprese toscane, promuovendo al contempo l’iniziativa giovanile e il potenziale innovativo del territorio, organizzano il Premio Innovazione Toscana, istituito con legge regionale n. 9 del 7 marzo 2017 e disciplinato dal Protocollo sottoscritto il 2 agosto 2017 dai soggetti su indicati.

Il Premio Innovazione Toscana intende far emergere progetti ed esperienze imprenditoriali di successo che, nel corso dell’ultimo biennio, si siano adoperati per il rafforzamento delle radici e delle filiere locali, valorizzandole ed attualizzandole sia nelle produzioni sia nei progetti, e si siano distinti per aver coniugato ricerca, innovazione e risultati economici, nonché per aver contribuito allo sviluppo del territorio toscano attraverso una crescita quantitativa e qualitativa delle proprie attività e una forte attenzione alla creazione e al mantenimento dell’occupazione, con particolare riferimento all’occupazione giovanile e di giovani laureati.

Il Premio è riservato a startup e a imprese private, in forma singola o in forma aggregata come Associazione Temporanea di Imprese, Raggruppamento Temporaneo di Imprese, Rete Contratto, già costituite ed attive alla data di presentazione della domanda di partecipazione al presente bando, aventi sede legale e/o operativa in Toscana, ed è costituito da conferimenti in denaro che saranno assegnati ai migliori progetti pervenuti, sulla base delle modalità, dei criteri e nell’entità definiti nel Regolamento che è parte integrante del bando. ... 

Turismo. Dopo anni all’insegna della crescita, l’estate 2018 chiude in leggero calo.

Molte le incertezze che hanno influito, tra cui il meteo

Nonostante le aspettative delle imprese ad inizio stagione fossero sensibilmente migliori, il bilancio complessivo del trimestre estivo dovrebbe attestarsi su un leggero calo dei flussi turistici.

 

Nonostante l’estate 2018 mostri dati in leggero calo, un elemento positivo è che l’offerta turistica della Toscana è riuscita a mantenere il suo posizionamento sui mercati internazionali; pur in presenza di uno scenario competitivo fortemente modificato. – afferma Nico Gronchi, Presidente Confesercenti Toscana - Dopo qualche anno di tensioni e problemi di sicurezza sono tornate alla ribalta alcune destinazioni del Mediterraneo economicamente vantaggiose, è si è ulteriormente rafforzato il posizionamento della Croazia e della Grecia”. 

 

Questo il quadro che emerge dall’indagine realizzata dal Centro Studi Turistici di Firenze, per conto di Confesercenti. ... 

ARCHIVIO NEWS
SETTEMBRE
AGOSTO
MARZO
FEBBRAIO
GENNAIO
DICEMBRE
NOVEMBRE
OTTOBRE
SETTEMBRE
AGOSTO
LUGLIO
GIUGNO
REFERENTE COMUNICAZIONE
Ufficio comunicazione regionale

ufficiostampa@confesercentitoscana.it oppure cell 328 0032164
Confesercenti Toscana Profilo Facebook
Visita la pagina Facebook di
CONFESERCENTI TOSCANA
Confesercenti Toscana Profilo Twitter
@ConfeserecentiToscana
FILO DIRETTO CON
L'ASSOCIAZIONE
Confesercenti Toscana

Via Pistoiese, 155
50145 Firenze

Tel. 055 30 36 101
Fax 055 30 00 03

Segreteria@confesercentitoscana.it