IN PRIMO PIANO

OpenImprese. Save the Date giovedì 30 giugno Arezzo: ‘Commercio in Toscana, Evoluzione Normativa e i CCN 2.0’

CCN 2.0 Arezzo

Il quarto appuntamento del progetto OpenImprese di Confesercenti Toscana si terrà giovedì 30 giugno ad Arezzo. Un’iniziativa dedicata a ‘Commercio in Toscana, Evoluzione Normativa e i Centri Commerciali Naturali 2.0‘.

Il convegno si svolgerà presso il Palazzo della Provincia “La Sala dei Grandi” (Piazza della Libertà) ad Arezzo, a partire dalle ore 10.00; interverranno nell’ordine Barbara Brogi Presidente Confesercenti Arezzo, Roberto Vasai Presidente Provincia di Arezzo, Andrea Sereni Presidente Camera di Commercio di Arezzo, Nico Gronchi Presidente Confesercenti Toscana,  Luca Bartolesi Sistema Gestione Urbana – CCN 2.0, Marcello Comanducci Assessore alle Attività Produttive del Comune di Arezzo, Alessandro Polcri Sindaco di Anghiari, Maurizio Viligiardi Sindaco di San Giovanni Valdarno, Lucio Gori ViceDirettore e Coordinatore CCN Confesercenti Arezzo, Elida Bianchi Presidente CCN Anghiari, Alessandro Cirigni Presidnete CCN San Giovanni Valdarno, Anna Bernardini Presidente CCN Sansepolcro, Marco Alterini Presidente Confesercenti Casentino e componente CCN Poppi, Silvana Panetta Responsabile Settore Commercio Regione Toscana, Raffaele Mannelli Qualificazione Sistema Distributivo Regione Toscana ed a concludere i lavori Stefano Ciuoffo Assessore al commercio Regione Toscana,

Durante l’inziiativa si parlerà delle linee guida per il nuovo testo unico del Commercio della Regione Toscana, le migliori esperienze europee di aggregazione tra imprese all’interno dei centri storici e il primo progetto pilota in Toscana del modello europeo dei Town Center Management. Imprese e Regione a confronto per rimettere a fuoco le strategie di sviluppo del commercio nelle nostre città.

EBCT, eletti i nuovi vertici

EBCT

L’Assemblea di EBCT – Enti Bilaterali del Commercio e del Turismo della Toscana – ha eletto con voto unanime Marco Conficconi (Segretario regionale Uiltucs-Uil) nuovo Presidente dell’ente regionale che sarà affiancato, per il triennio 2016-2018, dal VicePresidente Roberto Maestrini in rappresentanza di Confesercenti Toscana.

EBCT, ente paritetico istituito dalle rappresentanze regionali di Confesercenti, Filcams-Cgil,  Fisascat-Cisl e Uiltucs-Uil sulla base delle specifiche previsioni contrattuali del CCNL del Commercio-Terziario-Servizi e del CCNL Turismo, ha tra i suoi obbiettivi principali quello di favorire una puntuale e corretta applicazione dei Contratti Collettivi di categoria, di semplificare le procedure burocratiche nei rapporti di lavoro  e di promuovere la formazione e la qualificazione professionale dei lavoratori attraverso l’accesso ad una serie di percorsi formativi ideati e sviluppati grazie alla attenta verifica delle esigenze degli specifici comparti.

Il Consiglio Direttivo, composto da sei membri, sarà completato da Catia Ciardi e Luca Bartolesi in rappresentanza della Confesercenti, da Gianfranco Mazza per la Fisascat-Cisl e da Mariano Di Gioia per la Filcams-Cgil.

 “Partiremo dai buoni risultati degli ultimi anni”, commentano a caldo i nuovi vertici Ebct Toscana, “per provare a confrontarci con un mercato del lavoro e della formazione sempre più complesso ed articolato, in cui aziende e lavoratori necessitano sempre più di servizi innovativi e formazione calibrata.”

“Ringraziamo chi ci ha preceduto per l’ottimo lavoro svolto durante l’ultimo mandato assembleare e confidiamo di fornire un ulteriore contributo alla crescita e diffusione dell’ente a livello regionale” conclude la nuova “governance” EBCT.

OpenImprese, Confesercenti e Google la sfida del digitale

Confesercenti e Google: La sfida dell'economia digitale

I grandi mutamenti economici e sociali stanno imponendo una visione nuova e diversa degli strumenti con cui le aziende si confrontano con il mercato e progressivamente stanno nascendo nuovi bisogni e opportunità soprattutto in ambito digitale. Questo il tema fondamentale dell’iniziativa “Confesercenti e Google. La sfida dell’economia digitale”.

L’iniziativa si è svolta lunedì 20 giugno, presso il Foyer del Teatro dell’Opera di Firenze, alla presenza di Dario Nardella Sindaco di Firenze, Massimo Vivoli Presidente Nazionale Confesercenti, Nico Gronchi Presidente Confesercenti Toscana, Paolo Barberis Consigliere per l’Innovazione del Presidente del Consiglio dei Ministri, Diego Ciulli Manager Public Policy Google Italia, Leonardo Bassilichi Vice Presidente Nazionale Unioncamere e Presidente CCIAA Firenze, Vittorio Bugli Assessore alla Presidenza e all’Innovazione Regione Toscana, Elisa Simoni Deputato e Membro della IX Commissione (Lavoro e Telecomunicazioni) ed a moderare i lavori il giornalista Andrea Vignolini.

Nel corso dell’iniziativa è stato presentato il progetto Confesercenti “Crescere in Digitale”, e si è parlato della piattaforma “Eccellenze in Digitale” uno strumento gratuito di formazione per le PMI; entrambi si collocano all’interno del più ampio ed ambizioso  progetto OpenImprese lanciato da Confesercenti Toscana, che rientra in una strategia generale rivolta all’impresa diffusa con strumenti e idee nuove legate all’innovazione e al mondo digitale.

“Crescere in Digitale” è un’iniziativa del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, attuata da Unioncamere in partnership con Google per promuovere, attraverso l’acquisizione di competenze digitali, l’occupabilità di giovani che non studiano e non lavorano ed investire sulle loro competenze per accompagnare le imprese nel mondo di internet. Per questo progetto Confesercenti ha messo a disposizione 30 tirocini nelle sedi regionali toscane e 2 presso la sede nazionale.

Per rispondere al complesso dei nuovi bisogni dell’impresa diffusa Confesercenti ha lanciato il progetto OpenImprese, un pacchetto di iniziative e progetti mirati alla creazione di cultura e opportunità nel mondo digitale. – ha affermato Nico Gronchi, Presidente Confesercenti ToscanaIl digitale è la strategia d’investimento per i prossimi anni, vogliamo offrire opportunità e valore alle imprese attraverso un percorso di progetti, iniziative e formazione.”

La Toscana guida la ripresa, nel 2015 il PIL cresce dell’1%

 

La crescita continua ad  essere lenta ma nel 2015 il Pil toscano è aumentato dell’1,1% (più dello 0,8% della media italiana). E’ questo  il dato che  emerge dall’annuale presentazione del rapporto  Irpet. Una  ripresa che  rende il governatore Enrico Rossi più fiducioso.  Le esportazioni aumentano del 4,8% (+4,4% in Italia), portando l’incremento dell’export dal 2008 ad oggi al 25%.  Secondo le rilevazioni dell’Irpet riprende anche la domanda interna (+1,1% i consumi delle famiglie) e si manifestano segni di ripresa anche degli investimenti (+0,2%). Ma quali sono le prospettive per il 2016?  Il trend dovrebbe confermarsi:  Pil +1,1%, contro lo 0,7% atteso su scala nazionale. La crisi dalla quale stiamo gradualmente uscendo avrebbe  fatto perdere alla nostra regione, in sette anni, 45 miliardi  d’investimenti.  E’ questa la sostanza  del rapporto Irpet “L’economia toscana nel 2015: una ripresa da consolidare”, presentatoi a Firenze.  Secondo l’Irpet  “l’imposizione di una politica economica improntata all’austerity e con scarsi investimenti ha forse migliorato i conti pubblici ma ha rappresentato un freno alla crescita, sottratto risorse al sistema economico e non ha migliorato il rapporto debito/Pil”. Se l’Italia avesse seguito la dinamica della spesa pubblica dell’area euro, sostiene l’istituto, avrebbe avuto una spesa aggiuntiva annua di 7 miliardi, con effetti positivi sul tasso di disoccupazione per almeno un punto percentuale, e sul rapporto debito/Pil per circa un punto. 

Nel corso del 2015, sono  stati creati in Toscana 23.000n nuovi posti di lavoro. Tuttavia, aggiunge l’IRPET,  il miglioramento in atto non è sufficiente  a controbilanciare gli effetti della recessione. I disoccupati sono infatti 75 mila in più di quelli in atto nel 2008. Un giovane under 30 su 5  ne studia ne lavora. Cambia anche la natura delle nostre imprese: cala il numero di imprenditori, in particolare coadiuvanti d’impese familiari e collaboratori, mentre aumentano significativamente i liberi professionisti. Nel lavoro dipendente sono in aumento i rapporti a tempo indeterminato, favoriti dagli sgravi fiscali previsti dal jobs act.

“Lo scenario è quello di una ripresa, ma non è sufficiente - ha commentato Enrico Rossi – si deve investire di più e supportare le imprese che investono. Servono anche e soprattutto misure nazionali, penso ad esempio ad un intervento concreto  cuneo fiscale”. 

 
ULTIMI VIDEO
Le liberalizzazioni nel commercio e gli effetti sui centri storici

L'intervento del Direttore Confesercenti Toscana Massimo Biagioni durante la trasmissione Telegram su Tele Iride

ALTRI VIDEO INTERESSANTI
Livorno tra storia, cultura ed enogastronomia

Confesercenti lancia la sfida sul turismo


guarda
Sicurezza PMI - Ecco i corsi AntiRapina

guarda
Metti una sera a Monsummano

Leggi tutto
Confesercenti Pistoia. Shopping for School

Leggi tutto
Sapori d’Italia e d’Europa a Castiglione della Pescaia, da venerdì 13 a domenica 15 maggio

Leggi tutto
Confesercenti Arezzo saluta il giro

Leggi tutto
Save the Date! Sabato 21 maggio a Gambassi Terme (FI) ‘La crescita della Francigena. Strumento di sviluppo del territorio?’

Leggi tutto
NOTIZIE PER LE IMPRESE
AGENTI DI COMMERCIO Agenti di Commercio: Quando l'agente è esente dall'IRAP.
scarica
Modalità di voto_Elezioni Enasarco
scarica
AGENTI DI COMMERCIO ED AZIENDE CON AGENTI. Si vota per l'ENASARCO
scarica
Guida di orientamento agli Incentivi Regione Toscana
scarica
TOSCANA AUMENTANO GLI OCCUPATI, bene turismo,commercio,servizi
scarica
Confesercenti Toscana Profilo Facebook
Visita la pagina Facebook di
CONFESERCENTI TOSCANA
Confesercenti Toscana Profilo Twitter
@ConfeserecentiToscana
FILO DIRETTO CON
L'ASSOCIAZIONE
Confesercenti Toscana

Via Pistoiese, 155
50145 Firenze

Tel. 055 30 36 101
Fax 055 30 00 03

Segreteria@confesercentitoscana.it
RASSEGNA STAMPA
La Nazione Pistoia
Centri Commerciali Naturali , pieno sostegnio della Regione
scarica
IL TIRRENO
Bolkestein Balneari, Lotti accolote le nostre richieste
scarica
IL TIRRENO
Bolkestein Balneari, Salva chi investe
scarica
IL TIRRENO
segue articolo Balneari
scarica
COMUNICATI STAMPA
Maggio 2016
Le concessioni demaniali, la Bolkenstein e la nuova legge regionale
scarica
Gennaio 2016
Consumi in Toscana + 2%
scarica
Gennaio 2016
Federnoleggio, non si placa la guerra nel servizio pubblico
scarica
Gennaio 2016
FEDERNOLEGGIO: Nessun attacco ai Tassisti
scarica
Tweet Imprese