Confesercenti Toscana logo

Genova Assemblea Nazionale di Confesercenti

Vivoli: E' la metafora di un'italia finita troppe volte sotto il fango

La scelta di Genova non è stata casuale. Abbiamo voluto, per la nostra Assemblea annuale, un luogo in cui i riflettori si sono spenti poco dopo l’emergenza, sperando così di contribuire a riaccendere l’attenzione. Vorremmo che questa città, che negli ultimi anni è stata ripetutamente e violentemente martoriata  dal dissesto idrogeologico e dalle alluvioni, diventasse un simbolo, una metafora. La metafora di un’Italia che è finita troppe volte nel fango, che ha vissuto troppe emergenze e che vuole cambiare. Che si vuole rialzare. Un’Italia fatta di imprese, per la maggior parte piccole, molte della quali a conduzione familiare. Una realtà spesso ignorata, composta da oltre 4 milioni di imprese, che generano  il 15% del Pil italiano e danno lavoro a 7,5 milioni di addetti. Più del pubblico impiego”. ( Per leggere integralmente la relazione ----www.confesercenti.it )
 

Arcobaleno D'Estate 2015 al Piazzale Michelangelo

Grande partecipazione all’iniziativa promossa da Confesercenti

rossi piazzale michelangelo arcobaleno d'estate

 I colori dell’arcobaleno, tante prelibatezze preparate da famosi chef, la biennale gastronomica, ma soprattutto la corniche della  più bella terrazza del mondo, il piazzale Michelangelo di Firenze.  Si è aperta, con calici in alto,  la manifestazione promossa dalla Regione Toscana. Nico Gronchi presidente della Confesercenti Toscana  ha fatto gli onori di casa. Ospiti graditi Enrico Rossi presidente della Regione, Pier Francesco De Robertis direttore de La Nazione, Dario Nardella Sindaco di Firenze e l’assessore Regionale Vittorio Bugli. Ma anche molte personalità della politica, della cultura, del commercio.  Tra questi Leonardo Bassilichi presidente della Camera di Commercio gli assessori Giovanni Bettarini e Alessia Bettarini.

Si è brindato al futuro, ma soprattutto con l’augurio che l’estate lasci alle spalle un periodo difficile per le nostre categorie e per l’intero Paese.   L’economia della nostra Regione ha detto Gronchi “va rilanciata  anche attraverso una valorizzazione dei nostri beni ambientali, paesaggistici e enogastronomici”. Maggiore iniziative , marketing, promozione, eventi, come quello iniziato oggi  al Piazzale Michelangelo  costituiscono un valore aggiunto importante  per mettersi alle spalle cinque anni di crisi di  cui non eravamo preparati. L’effetto traino del turismo, soprattutto nelle città d’arte, sono fattori decisivi per l’economia della Toscana. Ora  tutti si augurano che questo traino nella prossima estate favorisca  anche la nostra splendida costa.

Il commercio è in ripresa ma la politica ci sostenga

Intervista a Il Tirreno di Nico Gronchi

Nico Gronchi

 

«Ciò che è accaduto negli ultimi cinque-sei anni è purtroppo ben noto. Anni di crisi pesantissima che ha colpito in modo molto forte sia il mondo del commercio che quello del turismo. Ecco, da sei-sette mesi i dati hanno smesso di precipitare, da una parte con il saldo di aperture e chiusure che è tornato in positivo, dall’altra con tutto il mondo delle strutture ricettive e di ristorazione che va ancora meglio, con incrementi dal 2 al 4 per cento a seconda delle varie province. Ora si tratta di aiutare questa “stabilizzazione” tenendo conto di una grande mutazione del settore che ha assoluto bisogno di regole semplici e uguali per tutti». È un’analisi molto approfondita quella di Nico Gronchi, da circa tre settimane presidente della Confesercenti regionale: 42 anni, di Certaldo, è un imprenditore del settore nel settore delle calzature, socio e consigliere delegato del gruppo “Luisa Di Mauro”, l’impresa di famiglia con una decina di punti di vendita tra Toscana e Umbria, un negozio online e la produzione di linee a marchio proprio. Ma soprattutto è molto attento a tutte le tematiche di un settore, quello appunto del commercio, del turismo e dei servizi, i cui numeri, anche questi ricordati da Gronchi, sono a dir poco impressionanti (vedi grafica): secondo i dati Irpet/Ires, oltre un milione e 82mila posti, il 70 per cento di quelli esistenti in tutta la Toscana, ben oltre il doppio di quelli dell’industria che ne mantiene comunque 421mila.... 

COMUNICATI STAMPA
Maggio 2015
Assocampin Toscana Enrico Rossi scrive una lettera e riparte il confronto
scarica
Maggio 2015
Assemblea ITALIA COMFIDI "Pensare Nazionale Agire Locale"
scarica
Aprile 2015
La Toscana verso EXPO 2015
scarica
Aprile 2015
Franchising si rafforza la rete
scarica
RASSEGNA STAMPA
La Nazione
Il Brindisai più colorato. Il via della festa accenderà il piazzale
scarica
Il Tirreno
Il Commercio in ripresa ma la politica ci sostenga. Intervista a Nico Gronchi
scarica
La Nazione
Il turismo di massa è benvenuto ma impariamo a gestirlo. Itervista a Nico Gronchi
scarica
La Repubblica
Il Turismo fa da traino e il commercio vola.
scarica
Iscriviti
Clicca per iscriverti alla Newsletter
Confesercenti Toscana Profilo Facebook
Visita la pagina Facebook di
CONFESERCENTI TOSCANA
Confesercenti Toscana Profilo Twitter
@ConfeserecentiToscana
Confesercenti Toscana

Via Pistoiese, 155
50145 Firenze

Tel. 055 30 36 101
Fax 055 30 00 03

Segreteria@confesercentitoscana.it
ULTIME NOTIZIE
E' in rete il nuovo sito di Italia ComFidi www.italiacomfidi.it
scarica
CREDITO D'IMPOSTA PER LA DIGITALIZZAZIONE. Riguarda Strutture ricettive,agenzie di viaggio e tour operator
scarica
Verso EXPOI 2015 Ristoranti adederenti a Viaggio Artusiano 11 22 Aprile Firenze Milano
scarica
Informazioni sui bandi comunitari,nazionali e regionali per le imprese turistico -ricettive
scarica
Legge Regionale toscana sul Turismo. Emendamenti presentati da Confesercenti, Confcommercio, Confindustria e Alleanza delle Cooperative
scarica