Confesercenti Toscana logo

Orari dei negozi, Confesercenti: "Da Camera soluzione insoddisfacente, già chiusi 124mila negozi in tre anni".

Massimo Vivoli: Secondo un Sondaggio Confesercenti-swg il 59% degli italiani è d'accordo

Secondo un sondaggio Confesercenti-Swg il 67% degli italiani ritiene che in soli due anni il proprio quartiere ha visto diminuire nettamente i negozi di vicinato. Molti degli intervistati hanno segnalato che i negozi di cui erano clienti abituali non ci sono più ed il 59% del campione da ragione a chi ritiene che la normativa della “liberalizzazione selvaggia” vada rivista. E’ uno dei dati che la Confesercenti ha illustrato nel corso della conferenza stampa tenuta alla Camera dei Deputati per ribadire la forte insoddisfazione nei confronti dell’approvazione del provvedimento sugli orari dei negozi che ora passa all’esame del Senato.

A presiedere i lavori  Massimo Vivoli, Vice Presidente Vicario di Confesercenti e Mauro Bussoni, Segretario Generale di Confesercenti. Fra gli ospiti , Giancarlo Maria Bregantini, Arcivescovo di Campobasso Boiano e Presidente Pastorale del Lavoro Cei, Rosario Trefiletti, Presidente Federconsumatori, l’onorevole Angelo Senaldi (Pd), relatore della legge di modifica della norma eGianluca Benamati e Marco Da Villa, rispettivamente capogruppo Pd e capogruppo M5S presso la commissione attività produttive della Camera, oltre a Lucio Tiozzo, presidente del Gruppo Pd del Consiglio regionale del Veneto.

Le ragioni di Confesercenti che chiede al Senato una modifica del provvedimento sono state illustrate da Massimo Vivoli Vice Presidente della Associazione: “fra crisi di consumi, mancanza di credito e liberalizzazione l’esito è stato devastante in questa lunga crisi con oltre 124 mila negozi chiusi e l’accelerazione della desertificazione dei centri urbani. Le vie commerciali delle nostre città, in alcuni casi icone turistiche di valore, presentano sempre più file di saracinesche abbassate. Inoltre gli effetti della liberalizzazione senza regole e la crisi hanno prodotto più di 100 mila posti di lavoro perduti solo fra il 2012 e il 2013”... 

“Credit crunch infinito: in tre anni persi 103 miliardi di euro di prestiti”

Credito alle imprese: Massimo Vivoli Presidente Confesercenti,

“Il credit crunch è tutt’altro che terminato. Ad agosto lo stock di prestiti alle imprese – comprensivi delle sofferenze – si è fermato a quota 913 miliardi: ben 103 miliardi di euro di prestiti in meno rispetto al novembre 2011, con un crollo complessivo del 10,2%”.

A lanciare l’allarme è Massimo Vivoli, Vice Presidente Vicario di Confesercenti e Presidente di Italia Comfidi.

“Grazie all’intervento della Bce negli ultimi mesi – spiega Vivoli – abbiamo assistito a un lento miglioramento della dinamica dei prestiti alle imprese, che però sono rimasti sempre in territorio negativo: il dato di agosto mostra ancora una diminuzione dell’1,3% rispetto all’anno precedente. A soffrire di più, come sempre, sono le imprese più piccole: quelle con meno di cinque addetti, sempre nel mese di agosto, mostrano una flessione del 2,3%, quasi il doppio di quella registrata dalle imprese maggiori (-1,2%)”.... 

Lettera della FAIB ai parlamentari sul costo della Moneta Elettronica

di Andrea Stefanelli


Come certamente saprete, dallo scorso 1 luglio, e' legge, l'obbligo, per gli esercenti attività di impresa e professioni, tra cui appunto i gestori degli impianti carburanti, di accettare anche i pagamenti effettuati attraverso moneta elettronica, per importi superiori ai 30 euro. Da anni, la FAIB è per la condivisione delle scelte tese a favorire la diffusione dell'utilizzo della moneta elettronica. 
Questo per la consapevolezza che un minor utilizzo del denaro contante, a fronte di quello delle carte di credito e di debito, andava ad aumentare la sicurezza di una categoria, quale quella dei gestori degli impianti carburanti, da sempre vittima di episodi criminali, di rapine, che purtroppo, non poche volte, hanno portato alla uccisione di alcuni nostri colleghi. 
Ma purtroppo il Governo ed il sistema bancario, hanno scaricato su categorie come la nostra, i costi e le inefficienze del sistema, rendendo di fatto insostenibile per i gestori l’accettazione dei pagamenti con moneta elettronica ... 

ULTIMI COMUNICATI
Settembre 2014
Crollo della fiducia delle imprese del Commercio
scarica
Luglio 2014
Campeggi: Scrivete a Renzi e Franceschini. Occorre cambiare la legge.
scarica
Luglio 2014
TURISMO: FIRMATO ACCORDO PER FORMAZIONE OPERATORI E CLIENTI
scarica
Giugno 2014
EXPO Credito, dieci milioni alle imprese toscane del turismo
scarica
ULTIME RASSEGNE STAMPA
La Repubblica
Camere di Commercio la fabbrica delle poltrone
scarica
Il Tempo
Orari liberi e piccoli negozi in Crisi
scarica
Il Sole 24 Ore
Italia Comfidi,Bene l'organizzazione e la Dotazione patriminiale
scarica
LA NAZIONE
Troppi pochi aiuti alle imprese "così si spreca la ricchezza della Toscana"
scarica
Iscriviti
Clicca per iscriverti alla Newsletter
Confesercenti Toscana Profilo Facebook
Visita la pagina Facebook di
CONFESERCENTI TOSCANA
Confesercenti Toscana Profilo Twitter
@ConfeserecentiToscana
Confesercenti Toscana

Via Pistoiese, 155
50145 Firenze

Tel. 055 30 36 101
Fax 055 30 00 03

Segreteria@confesercentitoscana.it
ULTIMI DOCUMENTI
Come Cambiano le abitudini di Consumo nei Pubblici Esercizi
scarica
BANDO Fon-Ter Regione Toscana per Professionalizzare dipendenti Commercio e Turismo
scarica
Osservatorio economico Confesercenti --> TOSCANA -1561 negozi
scarica
Stati Generali del Commercio e Turismo: Intervento Stefano Veronese
scarica
Stati Generali del Commercio e Turismo: intervento Massimo Vivoli
scarica