Confesercenti Toscana logo

Enrico Rossi incontra Confesercenti Toscana

Commercio centrale per il rilancio dell'economia della regione

La Toscana economica sta reagendo, a dirlo alcuni dati forniti stamani da Confersercenti Toscana nel corso di un incontro con il presidente Enrico Rossi. Finita l'emorragia degli anni passati che ha portato alla chiusura fino al 34 per cento degli esercizi commerciali toscani, anche se non si vede ancora la luce in fondo al tunnel, si può parlare di stabilizzazione. E si conferma il ruolo economico centrale del commercio e del turismo anche in rapporto all'indispensabile rilancio dell'occupazione, hanno sottolineato il vicepresidente Nico Gronchi e il direttore regionale Massimo Biagioni. 

In questo quadro Confesercenti conferma in pieno il suo sostegno alle misure di tutela urbanistica in rapporto agli insediamenti della grande distribuzione inserite dalla Regione nella legge regionale 65 sull'urbanistica che il Governo ha impugnato di fronte alla Corte costituzionale. Posizione che naturalmente Rossi ha apprezzato, partendo dalla considerazione condivisa che la Toscana, o Firenze, o Pienza non sono assimilabili alla periferia di una qualsiasi grande città. "Abbiamo il dovere di tutelare i nostri centri storici e d'arte con il commercio di vicinato che li anima, abbiamo il dovere di tutelare il nostro paesaggio unico e di regolare l'intervento". 

"I numeri dell'export regionale parlano di una Toscana dei distretti che ha retto - ha aggiunto Rossi -, noi ora dobbiamo aiutare la ripresa che ha al centro soprattutto un turismo che copre oltre il dieci per cento del Pil regionale a confronto con il diciassette per cento del manifatturiero, quindi due assi portanti della nostra ricchezza. Per questo la Giunta regionale difenderà le sue scelte di tutela del territorio contro prese di posizione centralistiche che non rispettano le specificità locali".

Nel frattempo, ha aggiunto il presidente, "il nostro lavoro intende rafforzare il settore turistico a partire dalla promozione e dall'accoglienza, mentre è in fase di trasferimento dalle Province ai Comuni proprio quest'ultima competenza, lavorando di concerto con l'Anci". "Concordo con Confersercenti che la promozione deve avere un coordinamento nazionale. Firenze e la Toscana sono indubbiamente note nel mondo – ha proseguito - ma se devo andare a Shanghai o in Brasile a intercettare i nuovi flussi turistici vorrei che ci si andasse come sistema Italia. Noi vogliamo rafforzare il ruolo di Toscana Promozione in rapporto ad alcune linee specifiche di intervento su cui stiamo lavorando, a partire dalla Via Francigena che può diventare uno stradinario elemento di attrazione". 

Infine Rossi ha fatto riferimento al tema del credito "polmone vitale per lo sviluppo del commercio. Il mio pensiero è che occorra lavorare per mettere in sintonia le centrali del credito in Toscana: Fidi, i Confidi per l'artigianato e per l'industria, ComFidi di Confesercenti per costruire uno grande strumento utile a costruire rapidamente capacità di intervento coordinate e sinergiche".

 

Grande attesa per la corsa ai Saldi

Massimo Vivoli: E' in gioco il 20/25% dei fatturato annuo

 

Dopo un Natale in chiaro/scuro  ora tutte le attese, in particolare nel settore dell’Abbigliamento, si rivolgono al periodo dei saldi che formalmente inizia il 3 Gennaio, ma di fatto già iniziato in questi giorni con vendite promozionali rivolte alla clientela fidelizzata.  

 “Secondo i dati elaborati in un rapido sondaggio da Confesercenti – ha commentato Massimo Vivoli presidente regionale, - la  crisi dei consumi che ormai va avanti dal 2008 con una flessione complessiva in sette anni del 23 % in queste festività natalizie  ha registrato dati che gradualmente si stanno assestando. Insomma un andamento non omogeneo tra le varie aree della Toscana ma complessivamente meno peggio del temuto con qualche segno di timida ripresa. Bene nelle città d’arte, anche nell’abbigliamento, Firenze in testa con un flusso di turisti in netto aumento (+5%).

 “I  dati che abbiamo sottomano, segnano un segno positivo nel comparto alimentare. – Aggiunge Massimo Vivoli -  la tradizione del Natale in famiglia ha contribuito ad una live crescita dei consumi (+1,5%). Molto bene biancheria intima, maglierie e camiceria e più in generale accessori quali scarpe e borse.

 Ora l’attesa si sposta sui saldi invernali riservati agli acquisti più importanti per altro dovrebero essere  favoriti da una temperatura in netto calo  che si è fatta aspettare e da uno stock d’ invenduto nei negozi d’abbigliamento  di grande qualità e a  disposizione dei clienti ad un  buon prezzo.

 Difficile fare ipotesi realistiche su quanto gli italiani spenderanno nel periodo dei saldi.  Recenti sondaggi parlano di una media di  150/ 200 euro.  L’attesa degli operatori commerciali è grande poiché  è proprio in queste occasioni che  di norma  si realizza il 20/25% di fatturato annuo. 

Confesercenti, nuovo servizio On Line per risparmiare sulle tariffe SIAE

Costituito il comitato regionale dei locali d’intrattenimento

Imprenditori e SIAE: risparmi con Consulenza On line 

Stamani a Firenze, Confesercenti Toscana ha presentato un servizio realmente innovativo nel sistema di relazioni tra Pubblici Esercizi, locali di Pubblico Spettacolo, negozi e alberghi che usufruiscono di supporti musicali, e SIAE, tramite la sigla di una intesa con Edmondo Tancredi, consulente per le questioni dello spettacolo.

Massimo Biagioni, direttore regionale di Confesercenti Toscana, ha anche presentato il nuovo coordinamento regionale del “Sindacato Locali di Intrattenimento” composto da Santino Cannamela, Presidente regionale Fiepet, la federazione dei pubblici esercizi di Confesercenti, Daniele Locchi Presidente Fiepet Firenze e da Massimo Jacomelli, imprenditore del settore.

Il nuovo servizio sarà gestito completamente “On Line”, ed è rivolto a tutti gli imprenditori che utilizzano o trasmettono sottofondi musicali, che organizzano forme di intrattenimento dal vivo, sale da ballo, concerti, e visto il periodo, veglioni di capodanno e serate danzanti e quanto assimilabile.

L’obiettivo è duplice: Ottimizzare le tariffe SIAE nel massimo della trasparenza, avere certezza interpretativa evitando errori e/o ogni margine discrezionale, realizzare e trasmettere tutta la complessa modulistica risparmiando tempo prezioso e code agli sportelli.

Il servizio è già in funzione e potrà essere utilizzato subito da tutti gli operatori per le iniziative natalizie e per i veglioni di fine anno, rivolgendosi al seguente indirizzo e-mail: edmondo@consulenzaspettacolo.net.

(-----> leggi l'arricolo di Repubblica e de La Nazione  su Rassegna Stampa) 

ULTIMI COMUNICATI
Gennaio 2015
FIBA Comunicato unitario delle organizzazioni dei Balneari
scarica
Dicembre 2014
Vivoli, Restituire una prospettiva credibile all’economia di Viareggio “
scarica
Dicembre 2014
Anna Duchini presidente toscano di Assohotel
scarica
Dicembre 2014
Giovanni Verdiani Presidente Assotabaccai
scarica
ULTIME RASSEGNE STAMPA
Il Corriere della Toscana
Turimo e Commercio per battere la crisi
scarica
La Repubblica
Rossi e Confesercenti stessa battaglia
scarica
La Nazione
Confesercenti aiuta i paganti della SIAE
scarica
La Repubblica
Tariffe, basta con la giungla SIAE"
scarica
Iscriviti
Clicca per iscriverti alla Newsletter
Confesercenti Toscana Profilo Facebook
Visita la pagina Facebook di
CONFESERCENTI TOSCANA
Confesercenti Toscana Profilo Twitter
@ConfeserecentiToscana
Confesercenti Toscana

Via Pistoiese, 155
50145 Firenze

Tel. 055 30 36 101
Fax 055 30 00 03

Segreteria@confesercentitoscana.it
ULTIMI DOCUMENTI
Dossier l'imposta di soggiorno in Italia: lo stato dell'arte e le questioni aperte
scarica
Come Cambiano le abitudini di Consumo nei Pubblici Esercizi
scarica
BANDO Fon-Ter Regione Toscana per Professionalizzare dipendenti Commercio e Turismo
scarica
Osservatorio economico Confesercenti --> TOSCANA -1561 negozi
scarica
Stati Generali del Commercio e Turismo: Intervento Stefano Veronese
scarica